Anidride carbonica, (CO2): anche questo gas è emesso principalmente dai processi di combustione, particolarmente dagli scarichi di veicoli con motori a idrocarburi. La concentrazione dell’anidride carbonica al di là di lievi variazioni stagionali si valuta che abbia subito un aumento, dal 1750 del 31%. Nel 2004 la concentrazione nell’atmosfera era di 379 ppm nell’era preindustriale di 280 ppm. È il gas serra maggiormente responsabile del riscaldamento globale dovuto ad attività antropiche.

Prodotta dalle attività umane, è ritenuta il principale gas serra nell’atmosfera terrestre[8] (da una sua produzione incontrollata deriverebbe infatti un aumento dell’effetto serra, il quale contribuisce al surriscaldamento globale per il 70%[9]); sebbene esistano gas serra potenzialmente più pericolosi (quali il metano[9], il trifluoruro di azoto[10] e la perfluorotributilamina[11]), ma presenti nell’atmosfera in concentrazioni molto minori rispetto all’anidride carbonica.

Si noti infine che, nell’odierna nomenclatura IUPAC, la locuzione anidride carbonica è ormai obsoleta; il termine anidride, invece, risulta designare una specifica classe di composti organici (ai quali l’anidride carbonica non appartiene, essendo un composto inorganico).